Iniziative strategiche e acquisizioni

Negli ultimi anni, abbiamo identificato una serie di progetti coerenti con le nostre aree di attività e che ci permettono di cogliere le opportunità legate alle evoluzioni del mercato. Segnaliamo, fra le attività già realizzate:

  • La crescita nel mercato della distribuzione del gas naturale. Nell’ottobre 2018, siamo entrati in questo settore con l’acquisizione del 51% di Pescara Distribuzione Gas, la società che gestisce l’intera rete di distribuzione del gas nel comune di Pescara, perfezionata a marzo 2019. Nel 2020 abbiamo acquisito inoltre il 51% di Alto Sangro Distribuzione Gas, presente in ventiquattro comuni della provincia dell’Aquila, consolidando la nostra presenza nel settore nella regione Abruzzo. Nel 2022 il consorzio formato da Acea, Ascopiave e Iren, ha perfezionato il closing dell’accordo con il Gruppo A2A per l’acquisizione di alcuni asset nell’ambito del servizio di distribuzione del gas naturale. Il perimetro di interesse di Acea è costituito da concessioni in 5 ATEM di cui due in Abruzzo, due in Molise e uno in Campania, per un totale di circa 30.700 PDR.
  • Il consolidamento della nostra posizione come principale player nel settore ambiente, in particolare con l’acquisizione del 65% di Deco SpA, e, tramite quest'ultima, del 100% di Ecologica Sangro SpA. Deco è attiva nel settore dei rifiuti in Abruzzo e si occupa della progettazione, realizzazione e gestione di impianti di trattamento, smaltimento e recupero dei rifiuti solidi urbani e di impianti di recupero energetico da fonti rinnovabili. Ecologica Sangro opera sempre in Abruzzo nel settore della gestione integrata dei rifiuti solidi urbani; le attività oggetto dell’accordo sono un impianto di smaltimento e un impianto a biogas. Sempre nel settore della gestione e del trattamento rifiuti, abbiamo realizzato l’acquisizione del 60% del capitale delle società Ferrocart e Cavallari titolari di quattro impianti nelle province di Terni e Ancona, nei quali vengono svolte attività di selezione e recupero di carta, ferro, legname, plastica e metalli. Scopri di più
  • Il rafforzamento nel settore del trattamento dei rifiuti liquidi, avvenuto anche con l'acquisizione del 60% di Berg, società che svolge attività di gestione rifiuti nel Comune di Frosinone.
  • La presenza nel comparto del trattamento plastiche con l’acquisizione del 90% di Demap, proprietaria di un impianto a Beinasco, in Provincia di Torino, che svolge attività di selezione e avvio al riciclo di imballaggi provenienti dalla raccolta differenziata urbana, in particolare quella effettuata in Valle d’Aosta e Piemonte. Ci siamo ulteriormente consolidati nel settore del riciclo della plastica con l’acquisizione del 70% di Serplast e del 60% di Meg, proprietarie di impianti presenti rispettivamente in Abruzzo e Veneto.
  • La crescita nella progettazione e realizzazione di impianti per l’ambiente e il trattamento delle acque attraverso l’acquisizione del 70% di Simam, società leader nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti per il trattamento delle acque e dei rifiuti, negli interventi ambientali e nelle bonifiche, con soluzioni integrate ad alto contenuto tecnologico.
  • L’acquisizione di impianti fotovoltaici sul territorio italiano, con cui il Gruppo Acea torna a crescere nel mercato delle fonti rinnovabili. Inoltre, nel 2022 è stato perfezionato l'accordo per la cessione al fondo britannico di investimento Equitix di una quota di maggioranza della società AE Sun Capital S.r.l., titolare di impianti fotovoltaici attualmente operativi o in via di connessione alla rete. Acea manterrà il proprio ruolo di operatore industriale e continuerà a curare la gestione tecnica e commerciale degli asset confluiti nella nuova società e di quelli che saranno sviluppati in futuro.
  • Lo sviluppo di progetti in ambito Smart Energy Services che, attraverso l’acquisizione di ESCO (energy service company), ci permetteranno di fornire servizi innovativi ai cittadini, alle imprese e alla Pubblica Amministrazione. Lavoriamo in particolare al lancio di progetti pilota nell’ambito della cogenerazione /trigenerazione e dello sviluppo di cappotti termici.

Basket strategico - ulteriori potenziali upside al Piano

La nostra solidità patrimoniale e finanziaria ci permetterà di cogliere ulteriori opportunità strategiche per rafforzare il nostro posizionamento nelle aree di attività dove siamo già presenti, in linea con i trend del mercato di riferimento. Queste nuove iniziative strategiche potrebbero contribuire alla crescita dell’EBITDA, per un importo complessivo stimato di 200 milioni di euro nel 2024.

Consolidamento Idrico

Vogliamo consolidare le concessioni in cui attualmente abbiamo una quota di minoranza e siamo intenzionati a espanderci nelle regioni di interesse.

EBITDA al 2024: +100 milioni di euro

Delta PFN al 2024: +400 milioni di euro

M&A Ambiente

Vogliamo accelerare il processo di consolidamento di mercato tramite operazioni di M&A su frazioni di rifiuti e aree geografiche strategiche.

EBITDA al 2024: +25-50 milioni di euro

Delta PFN al 2024: +200-400 milioni di euro

Piano Nazionale Ripresa e Resilienza

Acea – player nazionale nella gestione delle reti – potrà svolgere un ruolo significativo nella realizzazione del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR), con progetti di sviluppo anche nell’ambito della circular economy e in un’ottica smart city.

Grafico sul rapporto tra iniziative strategiche ed EBITDA del Gruppo Acea