Fra i progetti identificati, tutti coerenti con le nostre aree di attività, segnaliamo:

  • La crescita nel mercato della distribuzione del gas naturale. Nell’ottobre 2018, siamo entrati in questo settore con l’acquisizione del 51% di Pescara Distribuzione Gas, la società che governa l’intera rete di distribuzione del gas nel comune di Pescara, perfezionata a marzo 2019. Nel 2020 abbiamo acquisito inoltre il 51% di Alto Sangro Distribuzione Gas, presente in ventiquattro comuni della provincia dell’Aquila, consolidando la nostra presenza nel settore nella regione Abruzzo. Abbiamo inoltre avviato colloqui con selezionati operatori sui nostri territori di riferimento per valutare altre possibili acquisizioni o partecipazioni a future gare d’ambito, con l’obiettivo di portare Acea a ricoprire un ruolo significativo in questo importante comparto strategico. 
  • Lo sviluppo di progetti in ambito Smart Energy Services che, attraverso l’acquisizione di ESCO (energy service company), ci permetteranno di fornire servizi innovativi ai cittadini, alle imprese e alla Pubblica Amministrazione. Lavoriamo in particolare al lancio di progetti pilota nell’ambito della cogenerazione /trigenerazione e dello sviluppo di cappotti termici.
  • L’entrata nel comparto del trattamento plastiche con l’acquisizione del 90% di Demap, proprietaria di un impianto a Beinasco, in Provincia di Torino, che svolge attività di selezione e avvio al riciclo di imballaggi provenienti dalla raccolta differenziata urbana, in particolare quella effettuata in Valle d’Aosta e Piemonte.
  • Ulteriore consolidamento della posizione nel settore della gestione e trattamento dei rifiuti con l’acquisizione del 60% del capitale delle società Ferrocart e Cavallari, titolari di quattro impianti nelle province di Terni e Ancona, nei quali vengono svolte attività di selezione e recupero di carta, ferro, legname, plastica e metalli. Scopri di più
  • Acquisizione del 60% di Berg, società che svolge attività di gestione rifiuti nel Comune di Frosinone;
  • La crescita nella progettazione e realizzazione di impianti per l’ambiente e il trattamento delle acque attraverso l’acquisizione del 70% di Simam, società leader nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti per il trattamento delle acque e dei rifiuti, negli interventi ambientali e nelle bonifiche, con soluzioni integrate ad alto contenuto tecnologico.
  • L’acquisizione di impianti fotovoltaici sul territorio italiano, con cui il Gruppo Acea torna a crescere nel mercato delle fonti rinnovabili. 

Iniziative strategiche

Distribuzione Gas

Dopo aver avviato incontri con selezionati operatori nei nostri territori di riferimento, a marzo 2019 abbiamo perfezionato l’acquisizione del 51% del capitale della società “Pescara Distribuzione Gas”. Questa operazione dà inizio al percorso che porterà Acea a ricoprire un ruolo significativo in questo importante comparto strategico.

EBITDA a regime: 5-20 milioni di euro

Investimenti: 35-110 milioni di euro (17 milioni per Pescara)

Smart Energy Efficiency

Stiamo valutando acquisizioni di ESCO e lanceremo progetti nell’ambito della trigenerazione e dello sviluppo dei cappotti termici.

EBITDA a regime: 5-10 milioni di euro

Investimenti: 50-70 milioni di euro

M&A Ambiente

Acea sta accelerando nello sviluppo di impianti, anche attraverso possibili partnership strategiche nell’ambito del consolidamento del settore.

EBITDA a regime: 40-60 milioni di euro

Investimenti: 200-350 milioni di euro

Acquisizione clienti

Per acquisire nuovi clienti, Acea sta valutando le opportunità legate al consolidamento del mercato.

EBITDA a regime: 8-12 milioni di euro

Investimenti: 60-90 milioni di euro

Crescita su FER

Acea intende accelerare la crescita nell’energia da fonti rinnovabili, con un particolare interesse per il fotovoltaico. Per questo il gruppo sta valutando partnership con un socio finanziario, senza controllo societario.

EBITDA a regime: circa 10 milioni di euro

Investimenti: circa 70 milioni di euro

Consolidamento Idrico

Acea sta valutando la possibilità di cogliere opportunità di consolidamento degli operatori idrici nei territori di riferimento (es. Toscana, Umbria).

EBITDA a regime: 30-90 milioni di euro

Investimenti: 60-150 milioni di euro

Nel complesso, le iniziative strategiche effettuate nell’arco del piano potranno contribuire a livello di EBITDA nel 2022 per un importo complessivo massimo di 200 milioni di euro.

Grafico sul rapporto tra iniziative strategiche ed EBITDA del Gruppo Acea