Definito in piena coerenza con il piano di sostenibilità, il nostro piano industriale 2018-2022 è stato approvato nel novembre 2017. Alla luce degli ottimi risultati dell’anno 2018, che superano ampiamente quanto previsto come target 2019, abbiamo presentato nell’aprile 2019 un aggiornamento del piano, che conferma i pilastri strategici, prevede obiettivi più sfidanti e un ulteriore aumento degli investimenti, a 4 miliardi entro il 2022 (900 milioni in più rispetto al precedente business plan).

Acea è un gruppo industriale che deve e vuole tornare alla sua originaria vocazione: gestire infrastrutture, renderle più resilienti e realizzarne di nuove sempre più performanti ed efficienti, cavalcare l’innovazione, praticare una sana disciplina finanziaria, coltivare una grande attenzione per l’ambiente e remunerare bene i propri azionisti. Questi sono i pilastri del nostro piano.

Stefano Donnarumma, AD di Acea

Capex 2018-2022: 4 miliardi di euro, di cui 1,7 miliardi dedicati a target di sostenibilità

Nel novembre 2017, Acea ha definito e approvato contestualmente il piano strategico e il piano di sostenibilità, entrambi riferiti al periodo 2018-2022. I due piani rappresentano la testimonianza tangibile di due processi un tempo svincolati, che oggi seguono un percorso e una logica comuni e i cui obiettivi sono pienamente coerenti, agevolando la visione di uno sviluppo industriale inclusivo degli aspetti di sostenibilità e delle aspettative degli stakeholder. I target associati al piano di sostenibilità rappresentano oltre il 40% dei 4 miliardi di investimenti previsti nell’arco del piano industriale.

Il contesto

Il piano strategico tiene conto della rapida evoluzione che caratterizza tutti i settori industriali dove operiamo :

  • nel settore idrico, dove siamo leader di mercato in Italia, si registra sia una spinta regolatoria e istituzionale, sia un consolidamento del settore
  • nel settore infrastrutture energetiche, la Strategia Energetica Nazionale 2017 traccia la strada per una totale decarbonizzazione dell’Italia. D’altro canto, è in vista la piena liberalizzazione del mercato elettrico nel 2020
  • nell’ambiente, si assiste a una sempre maggiore spinta verso l’economia circolare

Dai pilastri strategici del piano 2018-2022 . . .

… All’evoluzione in GRIDS

Linee Guida Strategiche Acea

 

Dal novembre 2017, quando abbiamo presentato il piano industriale 2018-2022, abbiamo fatto leva con successo sui nostri punti di forza e i risultati 2018 sono stati i migliori di sempre: l’anno appena trascorso rappresenta una svolta, soprattutto a livello industriale. Abbiamo quindi maturato la consapevolezza di poter fare ancora meglio di quanto previsto inizialmente, e il piano 2019-2022, presentato nell’aprile 2019, segna una forte accelerazione per la creazione di valore per il gruppo.

I nostri pilastri strategici sono rimasti gli stessi, ma intendiamo ora puntare con sempre maggiore forza su cinque specifiche azioni:

  • Accelerare la crescita (Grow)
  • Sviluppare e diversificare il portafoglio di business (Reshape)
  • Focalizzarci sull’innovazione dei processi industriali (Innovate)
  • Orientarci al risultato (Deliver)
  • Approccio dinamico e sostenibile (Smart)

Questi elementi sono insiti nell’acronimo GRIDS e rappresentano un’evoluzione del percorso iniziato due anni fa.

Per saperne di più sui nostri obiettivi finanziari e sulle nostre strategie per ramo di business

L’innovazione in Acea

  • Infrastrutture: l’innovazione tecnologica permette di migliorare le infrastrutture idriche ed elettriche con la possibilità di allungarne la vita (modelli predittivi sui guasti), consentire una maggiore efficienza e un miglior uso dei dati, ampliare l’offerta di servizi attraverso sistemi di comunicazione avanzata (fibra ottica, smart grid, smart meter). Anche nell’area ambientale si aprono nuove opportunità, con modalità e impianti innovativi per lo smaltimento e la valorizzazione dei fanghi e dei rifiuti.

  • Persone: innovare nella gestione del capitale umano significa valorizzare il grande know-how dei nostri collaboratori e investire sulle competenze e il benessere dei lavoratori.

  • Clienti e utenti: l’innovazione al servizio del cittadino permette di sviluppare un servizio di qualità dal punto di vista fisico (resilienza e maggiore efficienza delle infrastrutture) ma anche dal punto di vista della sicurezza, anche in termini di cyber-security.  

Crescita su Innovation e Industry 4.0

Investimenti Acea

Il piano industriale ha inoltre individuato ulteriori iniziative strategiche, con opportunità di crescita e di consolidamento nel settore idrico, nella distribuzione del gas, negli smart energy services, nel trattamento dei rifiuti e nelle fonti rinnovabili, in particolare il fotovoltaico. Queste iniziative avranno un impatto positivo sull’EBITDA.

Correlazione fra piano industriale e piano di sostenibilità

correlazione piano industriale Acea