Procedura Operazioni Parti Correlate

Adottata nel 2011, la Procedura Operazioni con Parti Correlate è stata modificata dal Consiglio di Amministrazione il 18 dicembre 2013, con decorrenza al 1° gennaio 2014. In particolare, è stata estesa l'applicazione della Procedura alle persone fisiche o giuridiche che, in proprio o attraverso società controllate, direttamente o indirettamente, anche attraverso fiduciari o interposte persone, detengono almeno il 5 per cento del capitale sociale di Acea.

La Procedura classifica le Operazioni con Parti Correlate in tre categorie:

  • Le operazioni di maggiore rilevanza, in cui almeno uno degli indici di rilevanza risulti superiore alla soglia del 5%, la cui approvazione è riservata al CdA;
  • Le operazioni di importo esiguo, il cui controvalore non è superiore a 200.000 euro;
  • Le operazioni di minore rilevanza, in cui rientrano tutte le OPC diverse dalle operazioni di maggiore rilevanza e di importo esiguo.