Waidy: una water community
per il futuro dell’acqua

L’acqua è da sempre fonte di vita e di sviluppo. Già in antichità le popolazioni si stabilizzavano lungo il corso di fiumi e costruivano i propri villaggi che nei secoli diventavano vere e proprie città: lo stesso destino ha avuto Roma, fondata sulle sponde del Tevere.

Oggi il mondo è cambiato, è diventato digitale, ma l’acqua continua a essere un bene primario ed essenziale per la comunità e il territorio: una risorsa da scoprire e valorizzare. È questo il principio fondamentale su cui si basa Waidy Wow - La community per chi ama l’acqua e l’ambiente. “Il nostro obiettivo è quello creare una water community di persone attente ai temi della sostenibilità ambientale, attraverso un uso responsabile della risorsa idrica. Waidy Wow nasce con la sfida di ridurre l’impiego della plastica monouso anche grazie all’utilizzo delle borracce, e di diffondere la bellezza del territorio a partire dai punti idrici.” Racconta Marco Roncucci, team Waidy.

L’app Waidy Wow è disponibile da agosto 2020 per Android e IOS, e al suo interno sono stati mappati ad oggi circa 50.000 punti idrici sul territorio nazionale.

La comunità del futuro per la sostenibilità ambientale

Waidy Wow è anche un’amplificatrice di semplici gesti. Attraverso le sue funzioni aiuta l’utente a prendersi cura di una risorsa preziosa come l’acqua.
La direzione a cui il progetto Waidy punta è la creazione di un ecosistema di prodotti smart, che insieme contribuiscono alla formazione di una comunità che grazie al digitale valorizza l’acqua.
Le persone che scaricano l’app vengono coinvolte in questo percorso con iniziative mirate ad aumentarne l’engagement, così che da semplici utenti diventano dei veri e propri ambassador dell’acqua e dell’ambiente.

In Waidy ognuno può conoscere il proprio contributo nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità globali: risparmiare la CO2 scegliendo di bere smart migliora la qualità della vita propria e di tutta la community. 

Alla base della nostra idea ci sono piccole azioni che generano valore sociale per il territorio, come comunicare ad un altro utente o alla società che gestisce il servizio idrico informazioni sulle fontanelle o utilizzare borracce eco friendly per bere.

Marco Roncucci, team Waidy

Come è nata l’app Waidy Wow

Tutto nasce dall’impegno di un gruppo di persone Acea che hanno partecipato ad Innovation Garage, il programma di imprenditorialità interno all’azienda ideato per promuovere la cultura dell’innovazione e la valorizzazione di nuove idee. Waidy Wow era tra le 120 proposte candidate alla Call 4 Ideas e ha così potuto partecipare al percorso di incubazione: uno sprint di sviluppo di 12 settimane per realizzare il primo prototipo del progetto.

L’applicazione incoraggia gli utenti ad adottare comportamenti virtuosi per l’intera comunità. Rappresenta inoltre una grande opportunità per il team che ha realizzato il progetto, oltre che per il Gruppo Acea e il territorio.

Ci è capitato di andare da un giorno all’altro in Campidoglio. È stato incredibile. Ci siamo guardati e abbiamo detto: lo stiamo facendo sul serio? Abbiamo realizzato che era vero quando abbiamo iniziato a presentare la nostra app.

Stefano Creatini, team Waidy

Uno dei punti di forza di questo lavoro è sicuramente l’interdisciplinarietà delle materie e dei ruoli. Il modello organizzativo è stato quello di una startup: poche persone che devono saper occuparsi di diversi aspetti.
Questa modalità è stata un successo e ha permesso a tutti i membri del team di conoscere nuove discipline e di generare valore anche all’interno di altri progetti aziendali, dando il via per esempio a iniziative di comunicazione che diffondono la cultura dell’acqua e promuovono la bellezza del territorio.

“Molti di noi arrivano da tutt’altro settore. Durante lo sviluppo dell’app ci siamo confrontati con molte aree aziendali, come per esempio il legale per le questioni contrattuali, la cyber security, la privacy, l’area fornitori, ma anche con i colleghi di comunicazione dove si è aperto per noi un mondo nuovo. Lavorare con loro ci ha permesso di esplorare non solo le funzionalità dell’app ma anche gli aspetti legati allo storytelling per far conoscere sempre di più Waidy .” spiega sempre Stefano.

La storia del progetto Waidy

Dicembre 2019

Presentazione finale e lancio progetto Waidy

Giugno 2020

Registrazione del marchio

Agosto 2020

Lancio dell’app per Android e IOS

Ottobre 2020

Apertura del primo contest creativo di Acea Scuola

Giugno 2021

Ideazione del percorso idro-cinematografico su “La Grande Bellezza”

indietro
avanti

Percorso “La Grande Bellezza”

Una nuova funzionalità prevede dei percorsi tematici alla scoperta delle fontane della Capitale legate alla storia del cinema. Le fontane artistiche, nonché i caratteristici nasoni e gli acquedotti, fanno parte ormai dell’immaginario collettivo e gli utenti potranno esplorare nuovi territori seguendo le tracce di famosi film.

Il percorso acquatico si sviluppa su una mappa narrativa fatta di luoghi che hanno segnato la vita culturale della città, costituendo un modello anche internazionale di valorizzazione dello spazio urbano. L’itinerario si snoderà in 14 tappe e, partendo dal Fontanone del Gianicolo, darà inizio a un viaggio tra i vicoli del centro storico sino al Parco degli Acquedotti. Per tutta la durata del percorso gli utenti saranno guidati dalla voce di due giornalisti e critici cinematografici.

Per un futuro eco green

Da agosto 2020 ad oggi, Waidy Wow ha totalizzato più di 18.600 download (tra dispositivi Android e IOs). La community cresce diventando sempre più partecipe nell’esplorazione dei punti idrici presenti sul territorio, e nella pratica di comportamenti virtuosi per la sostenibilità ambientale. Waidy è un piccolo grande progetto che sta facendo molto per promuovere la cultura della salvaguardia e dell’uso consapevole di una risorsa fondamentale per il nostro pianeta come l’acqua.