Termovalorizzazione

Cos’è la termovalorizzazione

La termovalorizzazione è un processo attraverso il quale si genera energia elettrica e termica a partire dalla combustione controllata dei rifiuti non riciclabili solidi urbani e industriali. I termovalorizzatori contribuiscono da un lato a ridurre il volume dei rifiuti e dall’altro a produrre e recuperare energia sotto forma di calore. Il Gruppo Acea è oggi l’operatore di riferimento nel centro Italia nel settore della termovalorizzazione dei rifiuti.

Come avviene il procedimento

La termovalorizzazione è il processo attraverso il quale si genera energia elettrica a partire dalla combustione dei rifiuti. Come avviene il procedimento? Ecco una sintesi dei passaggi principali.

1.     I rifiuti in ingresso nell’impianto vengono convogliati nei forni di combustione.
2.     La combustione è realizzata con una griglia mobile raffreddata ad acqua e aria.
3.     Il calore generato dalla combustione viene recuperato per la produzione di vapore.
4.     Il vapore espandendosi aziona una turbina che produce energia elettrica da immettere in rete.

Un processo che punta ad essere sempre più efficiente anche dal punto di vista ambientale per ridurre l’impatto dell’attività.
Durante il processo di combustione, ad esempio, i fumi prodotti vengono trattati più volte per ridurre al minimo le emissioni inquinanti. La quota di energia verde prodotta nei 2 impianti Acea può variare tra il 40% e il 50%.

I passaggi principali del processo di termovalorizzazione

  1. I rifiuti in ingresso nell’impianto vengono convogliati nei forni di combustione.
  2. La combustione è realizzata con una griglia mobile raffreddata ad acqua e aria.
  3. Il calore generato dalla combustione viene recuperato per la produzione di vapore.
  4. Il vapore espandendosi aziona una turbina che produce energia elettrica da immettere in rete.
  5. Le scorie e le ceneri prodotte dal processo di combustione vengono sottoposte a trattamenti specifici e inviate in discarica oppure trasformate in altri materiali.
Un impianto di temovalorizzazione di Acea

La gestione degli impianti

Il processo di termovalorizzazione è costantemente sottoposto a verifiche e controlli per garantirne l’efficienza e la sostenibilità, anche a seguito degli adeguamenti di legge e alle linee guida dettate dalla Unione Europea. Durante il processo che dalla combustione dei rifiuti genera energia, i fumi prodotti vengono trattati per ridurre al minimo le emissioni.
I termovalorizzatori consentono, inoltre, di ridurre sensibilmente il volume di rifiuti conferiti in discarica.
Nel 2022 la termovalorizzazione presso gli impianti Acea Ambiente ha prodotto una riduzione del 76% dei rifiuti che altrimenti sarebbero stati destinati in discarica con 387.346 t in ingresso e 93.820 t in uscita.
La gestione efficiente di un impianto di termovalorizzazione dei rifiuti richiede un'organizzazione molto accurata e un funzionamento continuo nel tempo. È essenziale pianificare la quantità e il tipo di rifiuti consegnati all’impianto, che dovrà necessariamente operare 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per evitare interruzioni nella combustione. Questo aspetto è essenziale per massimizzare l'efficienza dell'impianto ed evitare sprechi di energia e risorse.
L’efficienza del processo di termovalorizzazione dipende in gran parte dalla collaborazione attiva dei cittadini nella raccolta differenziata. La corretta separazione dei rifiuti consente agli impianti di essere più efficienti e ridurre al minimo gli sprechi.

I nostri impianti di termovalorizzazione

In evidenza

Scopri tutte le novità e le iniziative più recenti del Gruppo Acea