Le donne Acea ispirano i talenti di domani

Il mondo del lavoro è in costante evoluzione. La scuola è pronta a trasformarsi a sua volta per formare giovani brillanti e di talento, più consapevoli di ciò che li aspetta dopo gli studi.

A partire dal mese di aprile 2019, infatti, oltre 100 professioniste sono entrate nelle scuole superiori e nelle università in qualità di Role Model, per raccontare agli studenti la loro esperienza personale di donne di successo in settori tradizionalmente maschili.

Questa iniziativa fa parte di Sistema Scuola-Impresa, il progetto di formazione e orientamento al lavoro promosso dal consorzio Elis, a cui hanno aderito 30 aziende incluso il Gruppo Acea.

I numeri del progetto Sistema Scuola-Impresa

2
anni di durata
30
aziende
100
professioniste
100
scuole solo nel Lazio

Dopo gli incontri in classe, verrà organizzata una giornata in azienda in cui i giovani studenti affiancheranno la loro Role Model sul campo. “Sarà un’occasione utile per far capire loro che la professionalità non dipende solo dalle competenze tecnico-scientifiche acquisite con lo studio. Contano tantissimo anche la capacità di gestire le difficoltà, l’intraprendenza, la leadership e la disciplina.” Ma gli studenti non saranno i soli ad apprendere qualcosa da questa iniziativa.

Essere un esempio per i più giovani, un modello virtuoso di approccio al lavoro, è una grande responsabilità.
In aula ho portato la mia storia: quella di una giovane laureata in ingegneria che, grazie all’impegno e alla dedizione sta avendo successo nel mondo del lavoro. Perché se dimostri competenza e professionalità, nessun risultato ti è precluso.

Luana Esposito

Il Sistema Scuola-Impresa lavora all’interno delle scuole e insieme alle scuole, per riconoscere i talenti e indirizzarli al meglio: per questo anche i presidi e i docenti parteciperanno a vere e proprie giornate di formazione.

Prepararmi a raccontare la mia esperienza mi è servito molto. Soprattutto per fermarmi a guardare tutto quello che ho costruito finora.

Tiziana Buonfiglio
Luana Esposito
Luisa Marotta
Patrizia Vasta

Raccontiamo agli educatori dove sta andando il mercato e quali sono le competenze richieste in azienda. Il loro compito sarà di riportarle nei programmi didattici e nelle metodologie di insegnamento in aula, con l’obiettivo di preparare in anticipo gli studenti all’ingresso nel mondo del lavoro.

Jlenia Sassi, Responsabile Selezione e formazione

In Acea oggi sono molte le donne che lavorano sia nelle divisioni tecniche sia nel settore innovazione e occupano posizioni di responsabilità all’interno del Gruppo. Perché per cambiare il futuro, occorre partire dai suoi attori protagonisti: le persone.