IT EN

Bonus idrico e Bonus idrico integrativo

Bonus idrico

È il bonus previsto e regolamentato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) attraverso la delibera 227/2018/R/idr.

Chi ne ha diritto?

Hanno diritto ad ottenere il bonus acqua gli utenti diretti e indiretti del servizio di acquedotto in condizioni di disagio economico sociale, cioè che sono parte di nuclei familiari:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro

  • con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico

Dove si presenta la domanda?

La domanda per ottenere il bonus acqua va presentata, in forma di autocertificazione, presso il proprio Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF).

Cosa serve per presentare la domanda?

Per presentare la domanda, oltre al modulo compilato con i propri dati anagrafici e i riferimenti che identificano la fornitura, servono:

  • documento di identità

  • eventuale delega

  • attestazione ISEE in corso di validità

  • attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale)

  • attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l'ISEE è superiore a 8.265 euro (ma entro i 20.000 euro)

Per scaricare la documentazione necessaria per presentare la domanda e per ogni altro dettaglio consultare la pagina bonus acqua del sito dell’Autorità.

Bonus idrico integrativo

È il bonus previsto nell’ATO2 Lazio centrale Roma per la fornitura di acqua agli utenti domestici residenti in condizioni di disagio economico sociale ai sensi dell’art. 8 della Delibera AEEGSI 897/2017/R/IDR.
Il bonus è regolamentato dall’Ente di governo dell’ambito - Segreteria Tecnico Operativa - Lazio centrale Roma che ne definisce le regole di ammissione.

A breve saranno disponibili il regolamento e il modulo per la domanda di bonus idrico integrativo 2020.