IT EN

Bonus idrico e Bonus idrico integrativo

Bonus idrico

È il bonus previsto e regolamentato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) attraverso la delibera 227/2018/R/idr.

Chi ne ha diritto?

Hanno diritto ad ottenere il bonus acqua gli utenti diretti e indiretti del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione in condizioni di disagio economico sociale, cioè che sono parte di nuclei familiari:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro
  • con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico
  • beneficiari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Dove si presenta la domanda?

La domanda per ottenere il bonus acqua va presentata, in forma di autocertificazione, presso il proprio Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF).

Cosa serve per presentare la domanda?

Per presentare la domanda, oltre al modulo compilato con i propri dati anagrafici e i riferimenti che identificano la fornitura, servono:

  • documento di identità

  • eventuale delega

  • attestazione ISEE in corso di validità

  • attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale)

  • attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l'ISEE è superiore a 8.265 euro (ma entro i 20.000 euro)

I titolari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza dovranno indicare anche:

  • il numero di protocollo assegnato al Reddito/Pensione di cittadinanza o attestazione utile a documentare la titolarità del richiedente del Reddito/Pensione di cittadinanza

Per scaricare la documentazione necessaria per presentare la domanda e per ogni altro dettaglio consultare la pagina bonus acqua del sito dell’Autorità.

In relazione all'emergenza COVID-19, l’ARERA con la Delibera 140/2020/R/COM  ha prorogato la validità delle disposizioni, già contenute nella precedente Deliberazione 76/2020/R/COM, inerenti le misure a favore dei cittadini che beneficiano dei bonus sociali e che potrebbero avere difficoltà a rispettare le scadenze previste per la presentazione della domanda di rinnovo nei termini previsti. In particolare:

  • I beneficiari di bonus in scadenza nel periodo 1° marzo - 31 maggio 2020 , potranno richiedere il rinnovo entro il 31 luglio 2020 . Una volta accettata la domanda, a seguito delle normali verifiche, la continuità del bonus sarà garantita, con validità retroattiva, a partire dalla data di scadenza originaria per un periodo di 12 mesi.
  • Dal 1° marzo 2020 al 31 maggio è sospeso il flusso di comunicazione finalizzato a fornire ai cittadini interessati informazioni sull’ammissibilità al regime di compensazione e sulla necessità di innovo della domanda di bonus attraverso il sistema informatico per la gestione dell’ammissione.

Bonus idrico integrativo

È il bonus previsto nell’Ato 2 Lazio centrale Roma per la fornitura di acqua agli utenti domestici residenti in condizioni di disagio economico sociale ai sensi dell’art. 8 della Delibera ARERA 897/2017/R/IDR.Il bonus è regolamentato dall’Ente di governo dell’ambito - Lazio centrale Roma che ne definisce le regole di ammissione.
Per informazioni e per registrarti ed inviare la domanda clicca qui