Trattamento integrato dei rifiuti

Produrre energia dai rifiuti
Acea Official
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
immagine
immagine
A Orvieto in Umbria, Acea gestisce un importante polo per il trattamento dei rifiuti urbani
Web Acea
indietro
avanti

Impianto di Orvieto

Le principali attività svolte nel polo impiantistico riguardano la selezione e trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati, la digestione anaerobica e compostaggio di qualità dei rifiuti urbani da raccolta differenziata e lo stoccaggio in discarica dei rifiuti speciali non pericolosi. Gli obiettivi principali, in linea con la normativa vigente, sono di aumentare il recupero di materia e di energia e ridurre il conferimento in discarica.

Orvieto sono presenti due impianti di produzione di energia alimentati dal biogas prodotto dalla sezione anaerobica dell'impianto di trattamento e da quello prodotto dalle discariche. Nel 2019 i rifiuti totali in ingresso al polo impiantistico sono stati pari a 99.910 tonnellate. Il 44% dei rifiuti in ingresso sono stati inviati alla sezione di digestione anaerobica e compostaggio dell’impianto di trattamento per la produzione di compost di qualità ed energia elettrica, mentre è stato smaltito in discarica un quantitativo di rifiuti pari a circa 56.700 tonnellate.

La produzione di biogas per l’impiego nella filiera di produzione di energia elettrica è una delle attività di punta seguite nell’impianto di Orvieto. È un processo complesso che proviamo a semplificare in questi passaggi.

  1. I rifiuti in ingresso nell’impianto sono selezionati per ottenere il massimo recupero dei materiali.
  2. I rifiuti selezionati vengono trasferiti nei lotti di conduzione, dove subiscono due ulteriori lavorazioni: la compattazione e la copertura con argilla.
  3. In queste condizioni, il processo di degradazione dei rifiuti genera biogas.
  4. Il biogas viene completamente captato e impiegato per la produzione di energia elettrica.
  5. L’energia prodotta dalla combustione del biogas viene immessa nella rete di distribuzione elettrica.

Nel 2019 l’energia elettrica generata è così ripartita:
- presso l’impianto di trattamento sono stati prodotti circa 3,3 Mm3 di biogas e 6,7 GWh di energia elettrica prodotta;
- presso la discarica sono stati prodotti circa 7,9 Mm3 di biogas e 13,1 GWh di energia.

L’impianto ha ceduto alla rete elettrica 18,6 GWh di energia.

Sempre a Orvieto, la produzione di energia da fonti rinnovabili avviene anche attraverso un impianto fotovoltaico, di proprietà di Acea Produzione, che nel 2019 ha prodotto circa 390 MWh di energia usati per coprire parte dei consumi energetici dell’impianto.

Impianto di Orvieto: dati di sintesi

Area servita: Prevalentemente comuni della provincia di Terni, Umbria e Lazio

35
persone
impiegate
65.674
t/a
Quantità di rifiuti trattati
5.240
t/a
Produzione compost
3,3
MWe
Potenza elettrica installata da biogas
515
kWe
Potenza elettrica installata da fotovoltaico
99.910
t/a
quantità di rifiuti in ingresso al polo impiantistico

Impianti per l’ambiente e il trattamento delle acque

Siamo attivi nella progettazione e realizzazione di impianti per l’ambiente e il trattamento delle acque con Simam (Servizi Industriali Manageriali Ambientali), società leader nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti per il trattamento delle acque e dei rifiuti, negli interventi ambientali e nelle bonifiche, con soluzioni integrate ad alto contenuto tecnologico.