Al via la campagna informativa "Per una nuova cultura dell'acqua"

17 luglio 2018 Frosinone e provincia

Dal mese di luglio 2018 Acea Ato 5 ha deciso di partire con una campagna di comunicazione per sensibilizzare la cittadinanza ad un uso consapevole dell'acqua ed evidenziare l’impegno della società sul territorio nella gestione efficiente e responsabile della risorsa idrica.

L’acqua, infatti, è un bene comune e va salvaguardata. Grazie al contributo che i cittadini erogano in bolletta, Acea Ato 5 riesce ad operare quotidianamente sulla rete idrica per renderla efficiente, resiliente e far sì che, ogni giorno, l’acqua, opportunamente controllata, arrivi dalla fonte al rubinetto di casa.

Purtroppo però nel territorio dell’Ato 5 sono ancora troppo frequenti i casi di abusivismo e morosità che gravano sulla qualità del servizio e sulle bollette. Se tutti infatti pagassero, la tariffa sarebbe più bassa del 40% e, allo stesso tempo, sarebbe più facile rendere il servizio sempre più funzionale e moderno.

Torna ad Acea Ato 5

Stefano Magini, presidente di Acea Ato 5, gestore del servizio idrico in provincia di Frosinone, spiega l’importanza di una nuova cultura dell’acqua, in cui tutti sono chiamati a fare la loro parte. Abusivismo e morosità, infatti, pesano sull’intera collettività. Se tutti pagassero l’acqua sarebbe possibile recuperare circa 200 milioni di euro da destinare alla rete e agli impianti. Più legalità, vuol dire più investimenti.