Comunicati Stampa e News

L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare coloro che hanno diritto all’agevolazione economica in bolletta

Acea Ato 5 e Ater Frosinone hanno inviato agli inquilini degli alloggi popolari di tutta la provincia una comunicazione per informare e sensibilizzare coloro che, tra i residenti nelle case popolari, possono essere tra i destinatari del bonus sociale idrico.

La missiva, sottoscritta dai Presidenti Stefano Magini, per Acea Ato 5, e Sergio Cippitelli, per Ater Frosinone, ricorda le previsioni del Dpcm del 13 ottobre 2016, che introducono, per quanti si trovano in particolari situazioni economiche, la gratuità del servizio per la fornitura di 50 litri a persona al giorno, e invita gli interessati a verificare se siano in possesso dei requisiti per presentare l’istanza di erogazione del bonus.

«L’agevolazione - si spiega nella lettera inviata ai residenti Ater - spetta agli utenti diretti e indiretti del servizio di acquedotto che risultino in condizioni di disagio economico sociale, ovvero che vivano in nuclei familiari con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro oppure, se con almeno 4 figli a carico, con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro».

È importante ricordare che per ottenere il bonus va presentata domanda presso il Comune di residenza o Caf delegato dall’Amministrazione.

L’iniziativa nasce come ennesimo frutto del protocollo d’intesa e collaborazione sottoscritto lo scorso anno tra il Gestore del servizio idrico e l’Ente di edilizia residenziale con la finalità di risolvere le annose questioni legate a pregresse situazioni di morosità collettiva, regolarizzazione delle varie posizioni contrattuali e installazione di misuratori di consumo presso i singoli alloggi.