Comunicati Stampa e News

Il protocollo prevede anche la partecipazione congiunta per l'accesso a bandi di finanziamento nazionali e internazionali

L’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e Acea Ato 5 hanno siglato oggi un importante accordo di cooperazione incentrato su consulenza, didattica, accesso ai bandi di finanziamento, formazione, stage e inserimento al lavoro (job placement).

Nel corso dell'incontro presso il Rettorato, che si è concluso con la firma della convenzione-quadro da parte del Magnifico Rettore dell'Ateneo, Giovanni Betta, e del presidente della società di gestione del servizio idrico integrato, Stefano Magini, è stato illustrato il contenuto del documento che punta a promuovere e valorizzare l’attività di trasferimento scientifico, tecnologico e culturale e di trasformazione produttiva delle conoscenze, dall’Università e verso Acea Ato 5. L’obiettivo, spiega il documento sottoscritto, è quello di «promuovere la crescita economica e sociale del territorio, affinché le attività di alta formazione e di ricerca svolte dall’Università diventino strumentali per l’ottenimento di benefici di natura economica, sociale e culturale in genere, e in particolare, con riferimento alle attività ricadenti nella gestione del servizio idrico integrato».

L'accordo ha durata triennale, potrà essere rinnovato, e prevede la stesura di successive intese per l'attuazione delle singole modalità di cooperazione nei vari ambiti individuati: attività di collaborazione scientifica; attività di supporto alla didattica; attività di ricerca, consulenza e/o formazione commissionate; partecipazione a bandi nazionali/internazionali di sostegno finanziario; stage formativi, job placement.

Acea Ato 5 metterà a disposizione competenze per la didattica dei Corsi di studio, dei Dottorati di Ricerca, dei Master dell’Università; favorirà lo svolgimento presso le proprie strutture di stage/tirocini formativi, di elaborati e lavori di tesi, organizzazione di conferenze, dibattiti e seminari; collaborerà con l’Università affinché le competenze dei laureati nei settori di interesse siano il più possibile rispondenti alle esigenze del mondo del lavoro, includendo eventualmente contributi per il finanziamento di specifiche attività di formazione; renderà accessibile, per studenti, personale docente, ricercatori le proprie strutture (sedi amministrative, sedi operative, impianti, sorgenti) nel territorio.

Da sottolineare anche l’importanza che assume la volontà espressa da Università e Acea Ato 5 di partecipare congiuntamente a bandi nazionali e internazionali di sostegno a progetti proposti dal sistema delle imprese e della ricerca, così come altrettanto fondamentale risulta essere l'impegno assunto per favorire l’incontro fra neo laureati e Gestore del servizio idrico integrato, secondo specifici percorsi e forme negoziali.

I responsabili scientifici della convenzione sono stati individuati nel professor Giovanni de Marinis, docente ordinario del Settore Scientifico Disciplinare ICAR/02, Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica, per l'Università e nell'avvocato Andrea Vizzaccaro, responsabile dei Rapporti con il Territorio, per l'Azienda.

«Esprimo tutto il mio apprezzamento per la sottoscrizione di questo importantissimo Accordo volto a valorizzare il rapporto con Acea Ato 5, una realtà ormai consolidata e di strategica importanza per il Territorio del Lazio Meridionale - ha dichiarato il professor Giovanni Betta, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale - siamo fortemente convinti che investire in ricerca, trasferimento tecnologico e formazione equivale per il Territorio ad investire sul futuro. Il nostro Territorio necessita di un grande gioco di squadra, ebbene, oggi operiamo proprio in questa direzione, si collabora per fornire risposte adeguate e di competenza alle numerose richieste che da esso provengono e per favorire le future collaborazioni previste dall’Accordo anche attraverso l’”incontro” con i nostri futuri laureati, sempre più competitivi e in grado di sviluppare progettualità complesse e altamente performanti».

«Confidiamo che la collaborazione tra Acea e l’Università di Cassino rappresenti un ulteriore passo avanti che vede Acea accanto al territorio in un percorso già avviato sullo sviluppo della relazione tra studenti e aziende su un tema che abbiamo molto a cuore, ovvero lo sviluppo delle nuove generazioni> ha evidenziato Pierluigi Palmigiani, responsabile Sviluppo del capitale umano di Acea Spa, aggiungendo: <Per Acea questa convenzione significa: contribuire fattivamente all’innovazione del sistema educativo nazionale, coinvolgendo i giovani e alimentando le loro curiosità, sogni e talenti; offrire ai giovani un’opportunità di accesso al mondo del lavoro e momenti di orientamento utili a familiarizzare con la cultura del lavoro e possibili professionalità prima ancora di finire l’Università; attivare uno scambio win win in cui i giovani universitari mostrano all’azienda le loro aspettative e la loro visione del futuro, e l’Azienda restituisce conoscenze sulle tematiche industriali e modelli relativamente alle cosiddette soft skills, quell’insieme di competenze che permettono di “imparare ad imparare”, di gestire efficacemente la complessità ed affrontare al meglio un percorso di selezione».

«Il rapporto di collaborazione tra Acea Ato 5 e l’Università di Cassino è un rapporto che dura da molti anni – ha sottolineato il presidente Stefano Magini -. La Società ha sempre partecipato, a partire dal 2011, all’iniziativa denominata “Career Day” organizzata dall’Università per orientare i giovani verso il mondo del lavoro e permettere alle aziende di incontrare candidati idonei che possano attivare un percorso formativo all’interno delle aziende partecipanti. A testimonianza della qualità di questa collaborazione giova ricordare che ad oggi su 240 dipendenti ben 20 si sono laureati presso l’Università di Cassino».