Comunicati Stampa e News

Mercoledì mattina nell’incontro con l’Otuc sono stati illustrati i contenuti dell’accordo
Plauso delle Associazioni per l'impegno profuso

Frosinone, 14 dicembre 2018 - Mercoledì mattina presso la Sala Giunta dell’Amministrazione provinciale di Frosinone, su impulso di Antonio Di Sotto, Presidente dell’Otuc, Organismo di Tutela degli Utenti e dei Consumatori, si sono riuniti la Segreteria Tecnica Operativa dell’Ato 5, il Gestore e l’Ater per condividere possibili sinergie utili a valorizzare al massimo il protocollo d’intesa sottoscritto da Acea Ato 5 e Ater Frosinone per migliorare le condizioni di fornitura del servizio idrico negli alloggi popolari.

Erano Presenti per l’Otuc, oltre al Presidente Di Sotto, le Associazioni aderenti all’organismo; per la Segreteria Tecnica dell’Ato 5 il dirigente Serafino Colasanti, il Commissario dell’Ater Sergio Cippitelli e il Presidente di Acea Ato 5 SpA Stefano Magini.

L’appuntamento è stato utile per illustrare i contenuti dell’accordo alle Associazioni dei consumatori, anche al fine di coinvolgere il più possibile le stesse nel miglior funzionamento dell’intesa.

L’accordo, giova ricordare, punta a una gestione più efficace del servizio fornito agli utenti nelle case popolari, cercando di prevenire e contrastare il fenomeno dell’abusivismo negli allacci, che finisce per danneggiare tutti gli altri utenti. L’obiettivo è anche quello di valorizzare l’istituto del Bonus Idrico per tutti i casi di utenze particolarmente sensibili in tema di disagio sociale. In merito alla pubblicizzazione del Bonus Idrico, rispondendo alla sollecitazione delle Associazioni dei Consumatori, Acea Ato 5 ha informato che sta partendo una specifica campagna di sensibilizzazione.

Acea Ato 5 provvederà, su specifica richiesta, a sostituire gli attuali contatori condominiali con contatori singoli per ogni utenza e garantirà la manutenzione nelle porzioni di impianto, a monte dei contatori, che precedentemente risultavano “terra di nessuno” e che creavano enormi disagi agli abitanti delle case Ater.

Il Presidente Di Sotto ha espresso la soddisfazione delle Associazioni per l’intesa raggiunta, soprattutto sulla campagna di informazione capillare sul bonus Idrico: “L’accordo pone fine all’atavico problema dei distacchi delle forniture ad interi condomini a causa di pochi condomini morosi o abusivi. Finalmente ogni assegnatario potrà avere il suo contatore, verificare il suo consumo e pagare solo quello. La maggior parte degli assegnatari degli alloggi ha infatti diritto al bonus idrico che, in questo modo, potrà essere corrisposto direttamente a loro”.

“La Segreteria Tecnica Operativa - ha sottolineato Colasanti - guarda sempre con soddisfazione tutte le forme di collaborazione tra Gestore, Enti ed Associazioni che siano orientate a favorire la qualità del servizio e la massima tutela dell’utenza”.

Sergio Cippitelli ha ricordato la portata storica di questo accordo e ha posto l’accento sulla possibilità di segmentare il fenomeno della morosità, garantendo la possibilità di poter regolarizzare la propria posizione a tutti quegli utenti che da tempo lo richiedono: <Una sinergia che ci permetterà di contrastare fermamente il fenomeno diffuso dell’abusivismo. Si tratta, lo sottolineo, di un accordo che l’Ater ha fortemente voluto, alla cui base c’è la volontà di essere concretamente al fianco degli utenti Ater “regolari” perché, pur essendo consapevoli delle difficoltà, è necessario e giusto mettere in campo ogni tentativo per ripristinare la legalità violata>.

Per Magini la collaborazione offerta dalle Associazioni nell’applicazione del protocollo è un ulteriore elemento di garanzia per gli utenti più deboli e rappresenta l’ennesima pietra miliare di quel percorso di collaborazione intrapreso da Gestore, Enti ed Associazioni dei Consumatori che sta valorizzando giorno dopo giorno l’impegno comune di garantire agli utenti un servizio sempre migliore.