Comunicati Stampa e News

Continua, con reciproca soddisfazione, il confronto tra l’Otuc ed Acea Ato 5 Spa teso ad individuare e valorizzare tutte le possibili soluzioni utili a garantire il continuo miglioramento della qualità del servizio erogato alla clientela. Forti dei primi riscontri positivi prodotti dallo “Sportello del Consumatore” e dalla “Conciliazione Paritetica”, le parti, nell’incontro di giovedì scorso, hanno deciso di istituire un “Tavolo tecnico” che proverà a risolvere, con la preziosa mediazione delle Associazioni dei Consumatori, “in via bonaria” e su base volontaria anche i contenziosi di natura giudiziaria in essere.

L’obiettivo comune è quello di limitare al massimo ogni possibile conflittualità tra Clienti e Gestore.
Sarà un tavolo operativo, sul quale, alla presenza dei legali di parte, verranno affrontati i singoli casi oggi pendenti davanti ai Tribunali civili di Frosinone e Cassino o davanti ai Giudici di Pace, per cercare di trovare, se possibile, una composizione rispettosa delle reciproche posizioni.
Potranno essere affrontati non soltanto i casi seguiti direttamente dai Legali delle Associazioni aderenti all’Otuc ma potranno avvalersi del tavolo anche tutti coloro che hanno un contenzioso aperto con la Società e vorranno provare, sempre tramite l’Otuc, ad aprire un confronto che potrebbe risultare utile a dirimere la controversia senza la necessità di un giudicato del Tribunale.
“Abbiamo aderito con piacere alla richiesta dell’Otuc – ha dichiarato il presidente Stefano Magini - di aprire un tavolo dove discutere, in via bonaria e su base volontaria, anche dei contenziosi incardinati presso i Tribunali della provincia. Siamo certi che la ritrovata serenità nei rapporti tra l’Otuc ed il Gestore, possa rappresentare un buon viatico la composizione di molti contenziosi”. 
“Lo scopo è quello risolvere le controversie giudiziali tuttora pendenti con Acea – ha detto il presidente dell’Otuc Antonio Di Sotto - attraverso un confronto fra le parti, in cui possano coesistere le ragioni di diritto con quelle di buon senso. È anche tramite questo percorso che si ritiene possibile non solo ristabilire quel rapporto di reciproco rispetto fra Gestore ed utenti, ma anche creare le condizioni ideali per evitare che le stesse problematiche si ripetano in futuro”.

 

Frosinone, 8 aprile 2017