Comunicati Price Sensitive

EBITDA 646,1 milioni di Euro (530,9 milioni di Euro nei 9M2015, +21,7%)
EBIT 378,1 milioni di Euro (284,8 milioni di Euro nei 9M2015, +32,8%)
Utile netto 200,9 milioni di Euro (136,6 milioni di Euro nei 9M2015, +47,1%)
Posizione Finanziaria Netta -2.138,7 mln di Euro (+6,4% rispetto al 31 dicembre 2015)
Investimenti 346,8 milioni di Euro (284,8 milioni di Euro nei 9M2015, +21,8%)

Roma, 10 novembre 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Acea SpA, presieduto da Catia Tomasetti, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2016.

“Nel corso del terzo trimestre” - ha commentato la Presidente di Acea, Catia Tomasetti - “è proseguito il percorso di completa digitalizzazione di tutti i processi lavorativi e dei servizi per i clienti, migliorando sempre di più i livelli di qualità. Inoltre” – ha proseguito la Presidente - “per la prima volta e con tempestività rispetto all'attuazione delle recenti disposizioni del Codice di Autodisciplina delle Società Quotate, è stato presentato oggi il Piano Programmatico di Sostenibilità 2016-2020 contenente gli obiettivi che si qualificano come parte integrante del Piano Industriale. La condivisione di comportamenti sostenibili, il valore e la responsabilità sociale rimangono, quindi, al centro della strategia del Gruppo”.

“Il forte commitment alla semplificazione ed efficientamento dei processi operativi e al controllo dei costi” - ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Acea, Alberto Irace – “sta determinando risultati superiori alle attese, che ci consentono di aumentare la guidance di crescita dell’EBITDA 2016 al 5%/6%. Nel corso dell’anno si sono susseguiti i “go live” delle Società controllate che si concluderanno nella primavera del 2017. Nei giorni scorsi, approfittando delle favorevoli condizioni di mercato, abbiamo concluso con successo un’operazione di liability management che comporta l’allungamento della durata media del debito a quasi 8 anni, riducendone il costo al di sotto del 3%.”

HIGHLIGHTS ECONOMICO-FINANZIARI

 

(mln di Euro)

9M15

 

9M16

 

Var. %

 

Ricavi consolidati

2.167,7

2.047,5

-5,5%

EBITDA

530,9

646,1

+21,7%

EBIT

284,8

378,1

+32,8%

Risultato prima delle imposte

216,9

317,0

+46,2%

Risultato del Gruppo (prima delle attribuzioni a terzi)

141,7

207,5

+46,4%

Risultato del Gruppo (dopo le attribuzioni a terzi)

136,6

200,9

+47,1%

 

(mln di Euro)
9M15 9M16 Var. %
Investimenti 284,8 346,8 +21,8%

 

(mln di Euro)

30/9/15

(a)

31/12/15

(b)

30/9/16

(c)

Var. %

(c/a)

Var. %

(c/b)

Indebitamento Finanziario Netto


2.130,8
2.010,1 2.138,7

+0,4%

+6,4%
Patrimonio Netto 1.553,8 1.596,1 1.682,1

+8,3%

+5,4%

Capitale investito 3.684,6 3.606,2 3.820,8 +3,7% +6,0%

 

 


RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2016 DEL GRUPPO ACEA

I Ricavi sono pari a 2.047,5 milioni di Euro, in flessione del 5,5% rispetto ai primi nove mesi del 2015. La contrazione riguarda principalmente le minori quantità di energia vendute sul mercato libero, in conseguenza dell’ottimizzazione del portafoglio clienti, strategia che consente il miglioramento della qualità dei crediti.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato nei primi nove mesi del 2016 ammonta a 646,1 milioni di Euro, registrando una crescita di circa 115 milioni di Euro, pari al 21,7% (+7,3% escludendo la modifica regolatoria, nell’area Reti, introdotta dalla delibera AEEGSI n. 654/2015 che ha eliminato il cosiddetto “regulatory lag”). La variazione dell’EBITDA risente: delle dinamiche tariffarie del settore Idrico (+32 milioni di Euro); dell’aumento della marginalità dell’area Energia (+17 milioni di Euro); dell’andamento del comparto Reti che, al netto dell’effetto regolatorio (77 milioni di Euro), evidenzia una flessione del Margine di 15 milioni di Euro a causa prevalentemente degli effetti del quinto ciclo regolatorio; del contributo dell’area Ambiente e della Capogruppo (pari complessivamente a circa 4 milioni di Euro).

​Per visualizzare il testo integrale apri il pdf allegato