Comunicati Price Sensitive

  • EBITDA 443,7 milioni di Euro (+25,6% rispetto a 353,3 milioni di Euro del 1H 2015)

  • EBIT 274,1 milioni di Euro (+35,2% rispetto a 202,7 milioni di Euro nel 1H 2015)

  • Utile netto 149,5 milioni di Euro (+50,6% rispetto a 99,3 milioni di Euro del 1H 2015)

  • Posizione Finanziaria Netta -2.131,9 milioni di Euro (-2.010,1 milioni di Euro al 31 dicembre 2015)

  • Investimenti 220,8 milioni di Euro (+31,8% rispetto a 167,5 milioni di Euro del 1H 2015)

    Roma, 28 luglio 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Acea SpA, presieduto da Catia Tomasetti, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016.

    “Prosegue nel primo semestre 2016 l’implementazione di un importante programma di investimenti” - ha commentato il Presidente di Acea, Catia Tomasetti - “finalizzato all’ampliamento e manutenzione delle reti idriche ed elettriche, con conseguente impatto positivo sul territorio e sulla qualità dei servizi offerti. Acea conferma, quindi, il suo ruolo propulsore di crescita per la città di Roma e per le altre città/gli altri territori in cui opera.”

     

    “L’innovazione e trasformazione tecnologica previste dal progetto Acea 2.0” - ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Acea, Alberto Irace – “ha permesso un’ulteriore accelerazione dell’efficienza organizzativa e operativa, nonché l’ottimizzazione della gestione del circolante, consentendo alla Società di conseguire, anche nel primo semestre dell’anno, risultati superiori agli obiettivi sfidanti del Piano. Tali risultati ci consentono di confermare la guidance, in termini di EBITDA 2016, nella parte alta del range già comunicato al mercato.”

    HIGHLIGHTS ECONOMICO-FINANZIARI

(mln di Euro)

30/6/15

 

30/6/16

 

Var. %

 

Ricavi consolidati

1.441,1

1.386,7

-3,8%

EBITDA

353,3

443,7

+25,6%

EBIT

202,7

274,1

+35,2%

Risultato prima delle imposte

156,8

232,3

+48,2%

Risultato del Gruppo (prima delle attribuzioni a terzi)

103,6

154,3

+48,9%

Risultato del Gruppo (dopo le attribuzioni a terzi)

99,3

149,5

+50,6%

 

(mln di Euro)

30/6/15

 

30/6/16

 

Var. %

 

Investimenti

167,5

220,8

+31,8%

 

(mln di Euro)

30/6/15

(a)

31/12/15

(b)

30/6/16

(c)

Var. %

(c/a)

Var. %

(c/b)

Indebitamento Finanziario Netto

2.128,9

2.010,1

2.131,9

+0,1%

+6,1%

Patrimonio Netto

1.518,6

1.596,1

1.631,4

+7,4%

+2,2%

Capitale investito

3.647,5

3.606,2

3.763,3

+3,2%

+4,4%

RISULTATI AL 30 GIUGNO 2016 DEL GRUPPO ACEA

 

Ricavi sono pari a 1.386,7 milioni di Euro, in flessione del 3,8% rispetto al primo semestre del 2015, a causa principalmente delle minori quantità di energia vendute sul mercato libero in conseguenza della strategia di selezione della customer base, che prevede la focalizzazione sui segmentismall business e mass market che presentano una maggiore marginalità.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato aumenta del 25,6% a443,7 milioni di Euro. Il risultato include l’iscrizione, nell’area Reti, di un provento pari a 63,3 milioni di Euro (di cui 36,0 milioni di Euro per investimenti realizzati in esercizi precedenti) relativo alla modifica regolatoria introdotta dalla delibera AEEGSI n. 654/2015 che ha eliminato il cosiddetto “regulatory lag”. Tale provento rappresenta una componente non ricorrente, pari complessivamente nell’anno a circa 90 milioni di euro. L’EBITDA, al netto della citata iscrizione, aumenta del 7,7% confermando iltrend positivo già registrato nei primi tre mesi dell’anno, grazie al positivo contributo delle aree Idrico ed Energia, alla costante attenzione all’efficientamento della gestione e alla reingegnerizzazione dei processi operativi.

Alla formazione dell’EBITDA complessivo concorrono: Idrico per il 37%; Reti per il 41%; Energia per il 16%; Ambiente per il 6%.

Il Risultato Operativo (EBIT) consolidato passa da 202,7 milioni di Euro del 30/6/15 a 274,1 milioni di Euro al 30/6/16 (+35,2%). A determinare tale risultato hanno contribuito, oltre all’aumento dell’EBITDA, le minori svalutazioni crediti in conseguenza delle migliori performance di incasso. Si incrementano gli accantonamenti e gli ammortamenti, questi ultimi anche in seguito alla crescita degli investimenti.

Gli oneri finanziari si riducono di 6,8 milioni di Euro a 49,8 milioni di Euro (-12,0%).

L’utile netto del Gruppo, dopo le attribuzioni a terzi, è 149,5 milioni di Euro (+50,6% rispetto a 99,3 milioni di Euro dell’analogo periodo del 2015). Il tax rate è pari al 33,6% (sostanzialmente in linea con il 1H 2015).

Nel primo semestre, il Gruppo ha realizzato investimenti per 220,8 milioni di Euro (167,5 milioni di Euro nel 1H 2015) che si riferiscono per circa l’82% ad attività regolate, con focus su ampliamento e manutenzione delle reti idriche ed elettriche. Tali investimenti sono ripartiti tra: Idrico 100,6 milioni di Euro; Reti 80,1 milioni di Euro; Energia 27,4 milioni di Euro; Ambiente 8,0 milioni di Euro; Capogruppo 4,7 milioni di Euro.

L’Indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2016, pari a 2.131,9milioni di Euro, aumenta di 121,8 milioni di Euro rispetto al dato di fine 2015. L’indebitamento resta sostanzialmente stabile rispetto al 30 giugno 2015, nonostante il forte aumento degli investimenti e l’incremento del dividendo, anche grazie alla rigorosa gestione del capitale circolante che si è ridotto di circa 100 milioni di euro su base annua.

RISULTATI AL 30 GIUGNO 2016 PER AREA INDUSTRIALE

Ambiente

L’EBITDA dell’area Ambiente è pari a 29,2 milioni di Euro, in aumento del 7,7% rispetto al primo semestre 2015 (27,1 milioni di Euro). L’andamento del Margine risente positivamente delle performance delle società ARIA e SAO.

AMBIENTE – dati fisici

1H15

1H16

Trattamento e smaltimento (/000 tonn.)

380

411

Energia Elettrica ceduta WTE (GWh)

132

134

Energia

L’EBITDA dell’area Energia aumenta del 24,7% a 69,7 milioni di Euro. La variazione positiva deriva dalla crescita del margine relativo all’attività di vendita al mercato di maggior tutela, grazie alla revisione della tariffa di commercializzazione. L’effetto della flessione dei volumi di vendita al mercato libero è stato parzialmente compensato dalla migliore marginalità derivante dalla strategia di consolidamento nei segmenti small business emass market.

L’EBITDA della produzione è negativamente influenzato dall’andamento dei prezzi dell’energia e dal calo delle quantità prodotte.

 

ENERGIA – EBITDA (mln di Euro)

1H15

1H16

Area Energia

55,9

69,7

Produzione

18,3

17,5

Vendita

37,6

52,2

 

ENERGIA – dati fisici

1H15

1H16

Produzione di elettricità(GWh)

282

211

Vendita di elettricità (GWh)

4.793

4.205

Mercato di maggior tutela

1.526

1.364

Mercato libero

3.267

2.841

Vendita di gas (mln mc)

78

66

Idrico

L’EBITDA dell’area Idrico passa da 146,7 milioni di Euro del primo semestre 2015 a 164,5 milioni di Euro nel primo semestre 2016 (+12,1%). Il miglioramento è frutto dell’efficienza conseguita e della dinamica tariffaria.

Per visualizzare il testo integrale apri il pdf allegato