Comunicati Price Sensitive

  • EBITDA 353,3 milioni di Euro (331,0 milioni di Euro nel 1H2014, +6,7%)

  • EBIT 202,7 milioni di Euro (188,4 milioni di Euro nel 1H2014, +7,6%)

  • Utile netto 99,3 milioni di Euro (80,5 milioni di Euro nel 1H2014, +23,4%)

  • Indebitamento Finanziario Netto 2.128,9 mln di Euro (2.089,1 milioni di Euro al 31 dicembre 2014, +1,9%)

  • Investimenti 167,5 milioni di Euro (142,3 milioni di Euro nel 1H2014, +17,7%)

     

    Roma, 28 luglio 2015 – Il Consiglio di Amministrazione di Acea SpA, presieduto da Catia Tomasetti, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

     

    HIGHLIGHTS ECONOMICO-FINANZIARI

(mln di Euro)

30/6/14

 

30/6/15

 

Var. %

 

Ricavi consolidati

1.511,2

1.441,1

-4,6%

EBITDA

331,0

353,3

+6,7%

EBIT

188,4

202,7

+7,6%

Risultato prima delle imposte

138,6

156,8

+13,1%

Risultato del Gruppo (prima delle attribuzioni a terzi)

83,7

103,6

+23,8%

Risultato del Gruppo (dopo le attribuzioni a terzi)

80,5

99,3

+23,4%

 

(mln di Euro)

30/6/14

 

30/6/15

 

Var. %

 

Investimenti

142,3

167,5

+17,7%

 

(mln di Euro)

30/6/14

(a)

31/12/14

(b)

30/6/15

(c)

Var. %

(c/a)

Var. %

(c/b)

 

Indebitamento Finanziario Netto

2.376,7

2.089,1

2.128,9

-10,4%

+1,9%

Patrimonio Netto

1.427,0

1.502,4

1.518,6

+6,4%

+1,1%

Capitale investito

3.803,7

3.591,5

3.647,5

-4,1%

+1,6%

               

 

RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 DEL GRUPPO ACEA

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato aumenta del 6,7% a 353,3 milioni di Euro. I fattori che hanno contribuito al raggiungimento di tale risultato includono la solida crescita di tutte le aree di business e l’efficace strategia focalizzata sulle attività regolate nonché sull’efficienza operativa.

Alla formazione dell’EBITDA complessivo concorrono: Idrico per il 41%; Reti per il 35%; Energia per il 16%; Ambiente per l’8%.

Il Risultato Operativo (EBIT) consolidato passa da 188,4 milioni di Euro del 30/6/14 a 202,7 milioni di Euro al 30/6/15 (+7,6%). Si incrementano gli ammortamenti, anche in seguito alla crescita degli investimenti in tutte le aree di business. Le svalutazioni dei crediti si riducono, soprattutto con riferimento alle aree Idrico ed Energia, in conseguenza delle migliori performance nell’incasso dei crediti.

L’utile netto del Gruppo, dopo le attribuzioni a terzi, è 99,3 milioni di Euro (+23,4% rispetto a 80,5 milioni di Euro dell’analogo periodo del 2014).

Il tax rate è pari al 33,9% (39,6% nel 1H2014). La riduzione delle imposte risente dell’effetto positivo derivante dall’eliminazione dell’addizionale IRES (c.d. Robin Hood Tax) e della deducibilità ai fini IRAP del costo per i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato.

Gli investimenti realizzati nel primo semestre 2015, si attestano a 167,5 milioni di Euro, evidenziando un aumento del 17,7% e sono ripartiti tra: Idrico 74,6 milioni di Euro; Reti 67,7 milioni di Euro; Ambiente 9,8 milioni di Euro; Energia 6,6 milioni di Euro; Capogruppo 8,8 milioni di Euro.

La Posizione Finanziaria Netta (PFN) al termine del primo semestre dell’anno in corso, negativa per 2.128,9 milioni di Euro, registra un lieve aumento (+39,8 milioni di Euro) rispetto al 31 dicembre 2014 e si riduce di 247,8 milioni di euro in confronto al 30 giugno 2014. L’andamento della PFN è influenzato dal fabbisogno derivante dagli investimenti realizzati e dalla positiva performance del capitale circolante che conferma il trend di riduzione già evidenziato nella seconda parte dell’esercizio precedente.

Per visualizzare il testo integrale apri il pdf allegato