Comunicati Price Sensitive

Acea: l’Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2012 e nomina il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale.
Giancarlo Cremonesi confermato Presidente del Cda
Dividendo pari a 0,30 Euro per azione (di cui 0,21 Euro già distribuito a titolo di acconto)

Roma, 15 aprile 2013 – L’Assemblea degli Azionisti di Acea SpA, riunitasi in data odierna in prima convocazione, ha approvato il Bilancio d’esercizio e ha presentato il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012, che evidenzia un utile netto, dopo le attribuzioni a terzi, di 77,4 milioni di Euro.

L’Assemblea ha, inoltre, deliberato la destinazione dell’utile civilistico di Acea SpA, relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2012 e pari a 87.060.204,99 Euro, come segue:
• 4.353.010,25 Euro, pari al 5% dell’utile, a riserva legale;
• 44.722.629,00 Euro ai Soci, corrispondenti ad un dividendo unitario di 0,21 Euro, a copertura dell’acconto sul dividendo messo in pagamento a decorrere dal 3 gennaio 2013, previo stacco della cedola n. 12 in data 27 dicembre 2012;
• 19.166.841,00 Euro ai Soci, corrispondenti ad un dividendo unitario di 0,09 Euro, a saldo sul dividendo 2012.
• 18.817.724,74 Euro a utili a nuovo.
Il dividendo a saldo, cedola n. 13, pari a 0,09 Euro per azione, sarà messo in pagamento a partire dal 23 maggio 2013 con stacco cedola in data 20 maggio e record date il 22 maggio.

***

In un anno caratterizzato, a livello globale, da un complessivo peggioramento della congiuntura economica e, relativamente al comparto delle utilities, dalle incertezze del quadro normativo idrico conseguenti all’esito del Referendum di giugno 2011, i risultati del 2012 del Gruppo Acea confermano elevati livelli di redditività, grazie alla positiva performance industriale di tutte le aree di business e all’implementazione di un’efficace politica di riduzione dei costi, in linea con gli obiettivi indicati al mercato.
Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato aumenta del 6,0% a 695,2 milioni di Euro (703,5 milioni di Euro escludendo la sanzione AGCM, pari a 8,3 milioni di Euro), dai 655,8 milioni di euro del 2011. Il Risultato Operativo (EBIT) consolidato passa da 222,6 milioni di Euro del 31/12/11 a 293,8 milioni di Euro al 31/12/12 (302,1 milioni di Euro escludendo la sanzione AGCM), registrando un incremento del 32,0%.
L’utile netto del Gruppo, dopo le attribuzioni a terzi, si attesta a 77,4 milioni di Euro (85,7 milioni di Euro escludendo la sanzione AGCM).
Gli investimenti del Gruppo realizzati nel 2012 sono pari a 513 milioni di Euro (413 milioni di Euro nel 2011) e includono l’investimento per l’acquisto della sede aziendale, pari a circa 113 milioni di Euro.
La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2012, pari a -2.495,5 milioni di Euro, aumenta di 169,7 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2011. L’aumento dell’indebitamento è conseguenza del fabbisogno derivante dagli investimenti realizzati e, in minima parte, dall’aumento del circolante.

Per visualizzare il testo integrale apri il pdf allegato