IT EN

Acea Ato 5 informa

Un’eredità importante che va curata, arricchita e mantenuta nello stato migliore possibile indirizzando accuratamente gli investimenti. Acea Ato 5 ha ricevuto in gestione dai diversi Comuni numerose strutture idriche (serbatoi, campi pozzi, strutture di depurazione, ecc.) che richiedono una manutenzione costante e necessitano di periodici aggiornamenti tecnologici.
In alcuni casi, la vetustà delle strutture ha richiesto anche importanti interventi di sistemazione e ammodernamento non solo sull’impiantistica idrica vera e propria, ma anche alle strutture che ospitavano gli impianti e alle aree esterne, spesso abbandonate e facile preda della vegetazione spontanea.
Tale contesto rappresenta una importante occasione per intervenire anche sugli spazi occupati dagli impianti mediante l’adozione di soluzioni capaci di mitigarne l’impatto sull’ambiente circostante e sul paesaggio. Trattandosi in tanti casi di strutture realizzate in aree montane, collinari o di campagna, Acea Ato5 ha previsto di curare in modo particolare anche l’estetica delle infrastrutture per ridurre l’impatto ambientale e paesaggistico.
Questo ha fatto sì, per quanto possibile, di attenuare la visibilità della costruzione, curando recinzioni, siepi, vegetazione o adeguando le colorazioni di facciate e infissi affinché meglio si mimetizzassero con l’ambiente circostante.
Tali accorgimenti sono stati impiegati, più di recente, sui vari siti idrici situati in Valle di Comino, come i campi pozzi ed i serbatoi a servizio di alcune zone dei comuni di Alvito, Settefrati, San Donato Val di Comino e Gallinaro.
Nei mesi passati, tali strutture sono state oggetto di importanti lavori di manutenzione. Gli interventi, per un impegno economico superiore a circa 500.000 euro, hanno riguardato la riqualificazione funzionale ed estetica dei garantendo anche una maggior sicurezza al personale che quotidianamente è chiamato ad operare al loro interno.
Va infine evidenziato come questi interventi siano stati progettati e realizzati d’intesa con le Amministrazioni comunali interessate e con i Sindaci dei quattro centri della Valle di Comino che il Gestore ringrazia per il supporto ricevuto nelle varie fasi realizzative.