Acea Ato 5 informa

È possibile comunicare la lettura tramite sms, mail, portale web, app My Acea.

Stop a bollette in stima, conguagli e perdite occulte. Consumi sotto controllo.

Comunicare periodicamente l’autolettura dei consumi idrici è importantissimo se si vogliono evitare fatturazioni in stima e successivi conguagli.

La gran parte dei problemi che si può riscontrare con le bollette è legata proprio a tali fattori, ma può essere facilmente risolta, così da pagare esattamente quanto si è consumato.

Acea Ato 5 è tenuta a fare almeno due tentativi di lettura nei 12 mesi, distanziati di almeno 150 giorni l'uno dall'altro (se il consumo annuo supera i 3.000 metri cubi, i tentativi di lettura salgono a tre). Non sempre però - e per svariati motivi - il personale incaricato riesce a leggere il contatore, specialmente nei casi in cui il misuratore non è accessibile e l’utente è assente.

In questi casi è utile, soprattutto nel suo interesse, che l’utente collabori con il Gestore e trasmetta la lettura dei consumi attraverso uno dei numerosi canali messi a disposizione.

L’autolettura può essere inviata ad Acea Ato 5 tramite: numero verde 800.639.251, sul sito my.acea.it (registrandosi all'area riservata), tramite app MyAcea (per Android e iOS), tramite l'email commerciale@aceaato5.it, via sms 339.99.42.943 (indicando il codice utenza, il codice cliente e i numeri letti sul contatore seguiti da #) o recandosi presso gli sportelli commerciali di Frosinone o Cassino.

Preferibilmente, la comunicazione dei consumi può essere effettuata a ridosso dei periodi, indicati nella prima pagina di ogni bolletta, in cui è previsto il passaggio del letturista.

I vantaggi, nel comunicare periodicamente l’autolettura, sono notevoli: si evita come detto la fatturazione in stima e si evitano poi i relativi conguagli che, nel caso di consumi effettivi, la cui registrazione è stata possibile solo dopo molto tempo, possono comportare la richiesta di somme anche consistenti.

Inoltre, rilevare periodicamente i consumi e comunicarli al Gestore, aiuta a individuare per tempo la presenza di eventuali perdite occulte sulla rete privata del cliente (che fanno ‘girare’ il misuratore senza che l’utente si accorga del guasto).
Inoltre ancora, le utenze per le quali non esistono letture reali o invio di autoletture, ma solo consumi stimati, non possono avvalersi della prescrizione (biennale dal prossimo anno) di eventuali somme dovute e non pagate.
In tema di accessibilità del misuratore e di lettura dei consumi, vale la pena ricordare, come già fatto in passato, che il vigente regolamento del servizio idrico prevede: “Il contatore deve essere installato in modo che possa correttamente funzionare e possa essere facilmente accessibile per la lettura e la manutenzione". È pertanto vietato chiudere con lucchetto il contatore o con altro mezzo finalizzato ad impedire al personale incaricato da Acea Ato 5 di effettuare il rilevamento dei consumi o qualsiasi altra attività sul misuratore. In tali casi, infatti, l'utente rischia di dover rispondere del reato di violenza privata.

Bollette non recapitate

Importante: se non hai ricevuto la bolletta, puoi richiederne una copia, inviando una mail a duplicati@aceaato5.it, indicando il tuo codice utenza. Riceverai subito il duplicato per mail ed eviterai spostamenti e file agli sportelli.