Sinagoga di Roma

Nuova illuminazione artistica della Sinagoga di Roma

Acea, il Comune di Roma Capitale e la Comunità Ebraica inaugurano la nuova illuminazione artistica della Sinagoga di Roma.
Il Tempio Maggiore di Roma è stato illuminato con un intervento che ne valorizza gli elementi caratteristici, a partire dalla Cupola a padiglione, dal Tamburo e dalle 12 finestre che lo orlano.
La tecnologia a LED di ultima generazione permette di direzionare la luce nelle aree interessate evitando dispersioni di flusso, con un notevole risparmio di energia elettrica rispetto ad un impianto tradizionale. Complessivamente sono stati installati 44 proiettori di diversa potenza e luminosità, in grado di mettere in risalto i numerosi elementi che caratterizzano la struttura architettonica. Il quadro elettrico è equipaggiato con orologio astronomico per regolare automaticamente le accensioni e gli spegnimenti secondo il ciclo dell’alternanza luce/buio, che varia a seconda delle stagioni.

"Uno degli obiettivi di Acea è quello di contribuire direttamente alla valorizzazione del patrimonio artistico, architettonico e culturale della Capitale. Lo facciamo grazie all’uso sapiente dell’illuminazione, che a Roma gestiamo da oltre un secolo”.  
Presidente di Acea Michaela Castelli

Per Acea si tratta dell’ultimo progetto, in ordine cronologico, della lunga serie di illuminazioni artistiche realizzate nel corso degli ultimi mesi nella città di Roma e area metropolitana, come ad esempio il Palatino, la Piramide Cestia e Porta San Paolo, la facciata del Campidoglio e il Castello di Santa Severa.

Leggi di più sul comunicato stampa