Una Scuola dei Mestieri per condividere e valorizzare le competenze

Il cono Imhoff è un’analisi che misura la tendenza di sedimentazione dei fanghi di depurazione.
È un’operazione di routine su tutti gli impianti, semplice ma di grande importanza perché dal suo risultato dipendono azioni fondamentali per gestire in modo efficiente il ciclo di depurazione dell’acqua. "In Acea anche operazioni come questa vengono fatte con grande attenzione."
Alessia conosce l’importanza di far bene anche le piccole cose. Perché in Acea ha avuto un insegnante molto speciale.

Una volta identificate le competenze, vengono selezionate e formate delle figure senior nel ruolo di maestri di mestiere che si impegnano a trasferire il proprio know-how.  Oggi anche Alessia è una maestra di mestiere. Grazie alle sue capacità, all'esperienza finora maturata e anche grazie al tutor che l’ha seguita da quando è entrata in Acea.

Le singole società del Gruppo hanno a disposizione un catalogo di corsi, divisi per competenza, da attivare per formare le figure professionali di cui hanno bisogno. La formazione avviene in corsi dedicati a ciascuna competenza: si crea così un percorso strutturato di contatto diretto tra il maestro e i suoi discenti. Un’occasione di confronto in cui non solo si trasferiscono le nozioni tecniche, ma si lavora sulla consapevolezza di poter crescere grazie all’apprendimento. I risultati della Scuola dei Mestieri sono molto positivi. Non solo in termini di partecipazione, ma anche di accrescimento professionale. Dai test effettuati prima e dopo il corso si registra in media un aumento del livello di conoscenza che sale dal 58% al 90%.

I numeri della Scuola dei Mestieri

60
competenze mappate
17
corsi avviati
110
sessioni erogate
7
società del Gruppo coinvolte
72
maestri di mestiere formati
521
persone partecipanti ai corsi

“I giovani sono molto preparati, hanno già un ottimo livello di conoscenze tecniche. Quello che possiamo trasmettere loro è la capacità di coinvolgere i colleghi con entusiasmo verso l’obiettivo comune.” Lo stesso entusiasmo che Antonio ha visto in Alessia già dai suoi primi giorni in azienda. “Ero molto motivata. Mi piaceva tutto del mondo della depurazione e la formazione sul campo con Antonio ha alimentato la mia passione.” Aggiunge Alessia. “La curiosità sul lavoro è tutto: ho imparato che ognuno di noi ha un ruolo chiave nel ciclo di depurazione. Infatti solo se lavoriamo tutti insieme possiamo raggiungere grandi risultati”. Nel ruolo di Team Leader Alessia si dedica molto a motivare e coinvolgere le sue persone.

Ogni giorno organizzo un momento di aggregazione e condivisione con il mio team. Un momento non solo tecnico, ma soprattutto umano. Nella Scuola dei Mestieri vorrei comunicare alle persone proprio questo: l’importanza di creare un rapporto con i colleghi e di dare sempre qualcosa in più a chi ti sta accanto.

Alessia infatti ha appena terminato la formazione ed è a tutti gli effetti un maestro di mestiere, pronta ad entrare in aula per trasferire a nuovi colleghi le sue competenze in ambito di depurazione. Per questo corso al suo fianco ci sarà ancora una volta Antonio che curerà i contenuti di approfondimento tramite video tutorial.
“Anche se ormai Alessia non ha più bisogno di me” sorride Antonio, “continuo a seguirla per il piacere di conoscere nuovi colleghi e condividere con loro esperienze e conoscenze. Ve l’ho detto che sono un tipo curioso!”.

Come è nata la Scuola dei Mestieri

“Abbiamo iniziato mappando tutte le competenze più complesse, di particolare valore e in possesso di poche persone o di persone prossime all’uscita dall’azienda”. Spiega Andrea Belli, Responsabile Formazione competenze professionali e digitali Gruppo Acea. “Le abbiamo codificate definendo, per ciascuna, obiettivi e caratteristiche chiave”.
Per ogni competenza è stato poi strutturato un corso di durata variabile in base ai contenuti previsti e selezionato un maestro di mestiere. Ogni maestro, prima di andare in aula, ha svolto una formazione dedicata ed è seguito nel tempo per definire un piano di sviluppo del suo ruolo. “Perché pur avendo una grande competenza specialistica, non è mai banale riuscire a trasferire in modo efficace il proprio know-how” continua Andrea. Per le competenze più operative, oltre alla fase in aula, sono previste sessioni pratiche presso gli impianti. “Stiamo inoltre realizzando una libreria digitale con dei video tutorial realizzati dai maestri di mestiere per illustrare ai discenti le funzionalità e i processi più complessi. I video sono a disposizione di tutti all’interno della nostra piattaforma di e-learning”.