Per saperne di più su tutti i rischi e incertezze ai quali sono esposte le società del gruppo Acea, si rimanda al Bilancio consolidato 2018

Per saperne di più sui presidi accentrati di monitoraggio di particolari categorie di rischi, si rimanda alla Relazione governo societario e assetti proprietari

Funzione Risk & Compliance

ll Consiglio di Amministrazione, dopo aver integrato a fine 2017 nella macrostruttura la funzione Risk & Compliance, ha proseguito nel corso del 2018 nel rafforzamento di questo presidio fondamentale per il governo e la gestione del SCIGR. In particolare, alla funzione è stata assegnata la missione di:

  • garantire il monitoraggio dei rischi assicurativi a cui è soggetta l’attività aziendale;
  • identificare, descrivere e misurare i principali fattori di rischio che possono compromettere il raggiungimento degli obiettivi strategici del gruppo;
  • coordinare e sviluppare le tematiche relative alla sostenibilità sociale e ambientale;
  • svolgere un ruolo preventivo e proattivo nella valutazione ex ante dei rischi di non conformità dell’attività aziendale alle normative di riferimento.

 

Rischi regolatori e normativi

Come noto, Acea opera prevalentemente nei mercati regolamentati: il cambiamento delle regole di funzionamento di questi mercati, nonché le prescrizioni e gli obblighi che li caratterizzano, possono significativamente influire sui risultati e sull’andamento della gestione.

Pertanto il gruppo si è dotato di una struttura che possa intensificare i rapporti con gli organismi di governo e regolazione locali e nazionali. Questa struttura assicura il monitoraggio dell’evoluzione normativa, sia nella fase di supporto alla predisposizione di commenti e osservazioni ai Documenti di Consultazione, in linea con gli interessi del gruppo, sia nella coerente applicazione delle disposizioni normative all’interno dei processi aziendali e dei business dell’energia elettrica, del gas e dell’acqua.

Rischi operativi e ambientali

  • Acea Ato 2: criticità connesse all’esistenza di scarichi non a norma e criticità del sistema idropotabile.
    Per maggiori dettagli, si rimanda al Bilancio Consolidato 2018
  • Area Commerciale e trading: i principali rischi operativi connessi all’attività di Acea Energia possono essere relativi a danni materiali, danni alle persone e danni derivanti da sistemi e da eventi esogeni.
  • Area infrastrutture energetiche: i rischi principali in questa area industriale sono relativi all’efficacia degli investimenti di sostituzione/ammodernamento delle reti elettriche; alla qualità, affidabilità e durata delle opere realizzate; al rispetto dei tempi di ottenimento delle autorizzazioni; alla mancata produzione.
  • Area Ambiente: gli impianti di Terni e San Vittore del Lazio sono stati interessati da progetti di ottimizzazione e revamping che presentano rischi tipicamente connessi alla realizzazione di infrastrutture industriali complesse. L’impianto di Orvieto ha completato un importante intervento di riqualificazione dei processi di recupero ai fini del compostaggio ed è attualmente sottoposto a un progetto di ampliamento, mentre gli impianti di Latina, Monterotondo Marittimo e Sabaudia sono interessati da importanti interventi di ampliamento e riqualificazione.

Rischio mercato

Il Gruppo è esposto a diversi rischi di mercato, in particolare:

  • Il rischio di oscillazione dei prezzi e volumi delle Commodities oggetto di compravendita
  • Il rischio tasso di interesse
  • l rischio cambio, che influisce su Acea solo in minima parte

Per contenere l’esposizione entro limiti definiti, il gruppo è parte di contratti derivati utilizzando le tipologie offerte dal mercato.