IT EN

Acea Ato 5 informa

È importantissimo comunicare periodicamente al Gestore del servizio idrico la lettura del contatore. In questo modo si evita la possibile emissione di una fattura in stima e si paga solo per l'effettivo quantitativo d'acqua utilizzato.
Molti dei problemi e delle contestazioni che si registrano con le bollette sono legati proprio alla mancata lettura periodica dei consumi. L'insorgere di tali questioni, però, può essere facilmente prevenuto con l'autolettura, così da pagare esattamente quanto si è consumato.
Acea Ato 5 tenta, almeno due volte all'anno, di leggere i consumi registrati dal misuratore. I due passaggi dei tecnici incaricati sono - come prevede la normativa - distanziati di almeno 150 giorni l'uno dall'altro (invece, se il consumo annuo supera i 3.000 metri cubi, i tentativi di lettura salgono a tre). Non sempre però - e per svariati motivi - il letturista riesce a leggere il contatore, specialmente nei casi in cui il misuratore non è accessibile e l’utente è assente.
In questi casi è utile, soprattutto nel suo interesse, che l’utente collabori con il Gestore inviando l'autolettura: trasmettendo cioè ad Acea Ato 5 il valore dei consumi, come registrato dal contatore, attraverso uno dei numerosi canali messi a disposizione.
Inviando periodicamente l’autolettura, si evita, come detto, la fatturazione in stima e si paga solo quanto effettivamente consumato ma si evitano anche i ricalcoli a ritroso che scattano successivamente, quando cioè la lettura reale viene finalmente effettuata.
Rilevare periodicamente i consumi e comunicarli al Gestore aiuta anche a individuare per tempo la presenza di eventuali perdite occulte sulla rete privata del cliente (perdite cioè che non affiorano in superficie ma fanno ‘girare’ il misuratore senza che l’utente si accorga del guasto) potendo porvi da subito rimedio ed evitando reclami e contestazioni per le bollette emesse.
Acea Ato 5 mette a disposizione diversi canali attraverso cui comunicare la lettura del contatore: si può utilizzare il numero verde 800.639.251, oppure comunicare la lettura attraverso il sito my.acea.it (registrandosi all'area riservata) o tramite l'apposita app MyAcea (per Android e iOS). E' possibile anche comunicare per mail (commerciale@aceaato5.it) la lettura del contatore; si può in alternativa anche inviare un sms al numero 339.99.42.943 (indicando il codice utenza, il codice cliente e i numeri letti sul contatore seguiti da #).
Si può comunicare una nuova autolettura non prima che siano trascorsi almeno 30 giorni dal precedente invio. E' preferibile che la comunicazione dei consumi venga effettuata a ridosso dei periodi, indicati nella prima pagina di ogni bolletta, in cui è previsto il passaggio del letturista, soprattutto se questo non è andato a buon fine e si rinviene la cartolina di avviso lasciata sul posto.
Proprio per agevolare l'importante attività di lettura dei contatori e quindi di corretta fatturazione dei consumi, va garantita l'accessibilità al misuratore. Si ricorda allora che non è consentito chiudere con lucchetto il contatore o con altro mezzo finalizzato ad impedire il rilevamento dei consumi, così come non è consentita qualsiasi altra attività sul misuratore.
Fare l’autolettura è facile e conviene ed è opportuno farlo costantemente.